Ti trovi in:

Home » Comune » Comunicazione » Avvisi e news » CLAUSOLE INTEGRATIVE DELLA CONVENZIONE DI TESORERIA IN CONFORMITA’ CON LA CIRCOLARE N. 22 DEL M.E.F. D.D. 15.06.2018

CLAUSOLE INTEGRATIVE DELLA CONVENZIONE DI TESORERIA IN CONFORMITA’ CON LA CIRCOLARE N. 22 DEL M.E.F. D.D. 15.06.2018

di Giovedì, 10 Gennaio 2019

CLAUSOLE INTEGRATIVE DELLA CONVENZIONE DI TESORERIA IN CONFORMITA’ CON LA CIRCOLARE N. 22 DEL M.E.F. D.D. 15.06.2018
Art. 1 – Ricezione e tempi di esecuzione degli ordini di pagamento
1. Ai sensi della normativa sui servizi di pagamento, la banca del pagatore assicura che dal momento della ricezione dell’ordine di pagamento l’importo dell’operazione venga accreditato sul conto del prestatore dei servizi di pagamento del beneficiario entro la fine della giornata operativa successiva. Per le operazioni di pagamento disposte su supporto cartaceo, tale termine può essere prorogato di una ulteriore giornata operativa. Il momento della ricezione di un ordine di pagamento è quello in cui l’ordine è ricevuto dal prestatore di servizi di pagamento di cui si avvale il pagatore. Se il momento della ricezione ricorre in una giornata non operativa o successivamente alle ore 16.00 di un giorno operativo, l’ordine di pagamento si intende pervenuto la giornata operativa successiva.
2. Poiché il servizio di tesoreria e di cassa è un servizio articolato che non si esaurisce nella mera esecuzione di operazioni di incasso e pagamento ma prevede una serie di ulteriori obblighi e adempimenti a carico dei tesorieri/cassieri, “il momento della ricezione” dell’ordine va considerato al termine di questi adempimenti, quando cioè la disposizione di pagamento è pronta per essere trasferita alle procedure di pagamento.
Pertanto, ove necessario per esigenze di carattere organizzativo e/o procedurale del Tesoriere, le parti convengono espressamente che il termine di ricezione di cui al comma precedente possa essere differito - rispetto alla data in cui il mandato è pervenuto materialmente alla banca – di un’ulteriore giornata operativa, lasciando un’ulteriore giornata operativa per l’esecuzione delle disposizioni di pagamento su supporto cartaceo.
Art. 2 – Importi trasferiti
1. Il Tesoriere, in esecuzione di un ordine di pagamento, trasferisce la totalità dell’importo dell’operazione e non trattiene spese sull’importo trasferito, che saranno a carico dell’Ente.
Art. 3 – Rimborso per operazioni di pagamento autorizzate disposte dall’Ente (Sepa Direct Debit)
1. Nel caso in cui un’operazione di pagamento autorizzata e disposta su iniziativa dell’Ente sia già stata eseguita, il pagatore ha un diritto incondizionato, ai sensi dell’art. 13, comma 3 bis d.lgs. 11/2010, al rimborso dell’importo trasferito, entro otto settimane dalla data in cui i fondi sono stati addebitati sul suo conto corrente.
2. L’Ente autorizza il Tesoriere, nel caso in cui a quest’ultimo pervenisse richiesta di rimborso da parte della banca del pagatore ai sensi del comma 1 del presente articolo, ad addebitare il conto di tesoreria, corrispondendo alla banca del debitore gli interessi per il periodo intercorrente tra la data di addebito dell’importo e quella di riaccredito.

Cerca